CHI SIAMO

IL TUTOR DEI COMPITI

 

 

 

LA NOSTRA STORIA

C’era una volta (nel 2010) … nel paese di Udine, una Psicologa molto, molto sensibile ai problemi di apprendimento. La Dott.sa Valentina studiava e studiava una strategia per sostenere ed aiutare le famiglie che si trovavano inadeguate di fronte alle difficoltà nello studio scolastico dei loro figli.

Nacque così l’dea di programmare corsi sul Metodo di studio nelle scuole e formare figure specializzate e preparate che potessero aiutare i ragazzi con difficoltà di apprendimento formando una rete di: Tutor dei Compiti.

Trovò presto collaboratrici che credettero nel suo progetto e l’aiutarono a concretizzarlo: la Dott.ss Chiara Visitin, Psicologa e Psicoterapeuta, e Serena Mestre fondatrice di “Non Solo Tata”. http://www.nonsolotata.it/#chisiamo

Un giorno di settembre 2015, in un altro paese ( Roma), l’Architetto Maria Luisa, stanca del mondo frenetico, incostante e poco “trasparente” dell’architettura, decise di inoltrarsi nel campo dell’insegnamento.

Presto però capì che le mancava qualcosa …. Cercando un corso che la rendesse più competente incontrò la Dott.ssa Valentina in uno dei suoi corsi! Le porte iniziarono ad aprirsi … Le fece conoscere un modo fantastico che trovò dietro a tante incertezze e confusione.

Così all’Architetto si risvegliarono i sensi e ricominciò a progettare… ma questa volta non più case e palazzi ma le fondamenta dell’apprendimento! Capì che anche lei aveva incontrato tante difficoltà nella sua carriera scolastica e si sentiva sempre più vicino ai suoi piccoli Tutee!
Seguì un periodo di formazione e studi.

Da quel giorno, Maria Luisa e Valentina non si lasciarono più e grazie al web si incontrarono più e più volte fino a quando si sentì l’esigenza di fondare l’Associazione.

Grazie alla fiducia ed all’entusiasmo di Tiziana, si diede vita all’Associazione e ad oggi siamo a tutti gli effetti una Associazione di Promozione Sociale!

Grazie anche al sostegno delle nostre amiche ed amici sulla pagina Facebook, stiamo crescendo sempre di più e più siamo e più la rete diventa grande!
https://www.facebook.com/ilTutordeiCompiti/

 

I SOCI FONDATORI DEL TUTOR DEI COMPITI

Tiziana Carbone: Presidente

Lavora da anni per la scuola pubblica come Tecnico Informatico aiutando insegnanti e studenti ad approcciarsi dolcemente al mondo dell’informatica evitando inutili traumi.

Ha voluto con convinzione usare le sue competenze per una causa che ritiene fondamentale: rendere a tutti l’apprendimento più sereno e più semplice possibile!

E’ il Presidente dell’Associazione Scuola di Strategia e di Tutor dei compiti, un associazione di promozione didattica per tutti.

 

Dottoressa Francesca Manciati: Vicepresidente

Ama la natura e l’ambiente. Una dolcissima naturalista che oggi dedica il suo tempo ad allietare le feste dei bambini con dolci decorati e modellati.

Crede fortemente nel progetto e ha voluto sostenerci in questo percorso.

E’ il Vicepresidente.

 

Architetto dei Compiti Maria Luisa Manciati: Tesoriere e segretaria

Architetto, Tutor dei Compiti, DSA Tutor Homerwork *, Esperta nei processi di apprendimento della Erickson. Si dedica a tempo pieno ormai da 5 anni all’insegnamento privato per aiutare ragazzi e bambini che hanno difficoltà di apprendimento.

Progetta e sperimenta nuovi compensativi didattici.

Coordinatrice dei corsi.

Attualmente frequenta il corso di laurea in Pedagogia presso l’Università Tor Vergata di Roma.

Tesoriere e segretaria dell’Associazione.
Motto: Andare oltre i propri limiti facendo ciò che piace dà un senso alla vita.

Ma è solo conoscendoli che si possono superare!

 

Dottoressa Valentina Benedetti: Socio onorario

Psicologa e Sessuologa, capostipite e formatrice de “Il Tutor dei Compiti”.

Laureata in Psicologia presso l’Università di Padova, ha conseguito un master in Psicologia e Psicopatologia dell’età evolutiva. Si è formata presso l’Istituto di Sessuologia Clinica di Roma.

Per anni ha affiancato nei compiti studenti e studentesse con difficoltà scolastiche e metodo di studio inadeguato. Svolge attività di consulenza e di formazione per genitori, insegnanti e educatori.

 

IL NOSTRO CODICE ETICO

1. Premessa
La scuola di strategia e di tutor dei compiti è composta di persone fisiche e persone giuridiche.

Le persone fisiche ed i rappresentanti delle persone giuridiche sono selezionati in considerazione delle sole qualità personali e della loro volontà di contribuire agli scopi dell’Associazione (art. 2 del Regolamento Interno).

II presente Codice Etico definisce i principi morali e le regole di comportamento dei Soci della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI in particolare nei loro rapporti reciproci, nelle attività comuni nell’ambito della Associazione e nei loro rapporti con organismi esterni, con l’obiettivo di contribuire fattivamente al buon funzionamento della Associazione e di diffondere una cultura basata su corretti principi di etica professionale.

 

2. Principi Generali
Ciascun Socio si impegna a rispettare la deontologia propria della professione nonché i principi di tutela e salvaguardia delle informazioni confidenziali e dei dati personali dei quali possano avere conoscenza o accesso in occasione delle sedute di lavoro e/o dei rapporti con gli altri Soci.

Ciascun Socio, in quanto educatore, libero professionista, o titolare, dirigente o dipendente di aziende operanti sul mercato, è ovviamente libero di svolgere la propria attività, nel rispetto della legge e delle regole di comportamento; si impegna tuttavia a non presentare o utilizzare la propria qualifica di Socio del LA SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI per fini commerciali e/o di promozione o validazione di determinati prodotti o servizi offerti da uno specifico istituto, professionista o azienda, anche se lo stesso faccia parte come membro del LA SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI.

In occasione di eventi pubblici, quali convegni, seminari, ecc., il Socio della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI potrà fare menzione di tale sua appartenenza alla Associazione, nei limiti e nel rispetto di tutto quanto disposto nel presente Codice Etico.

Potranno effettuare presentazioni a nome della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI solo il Presidente, il Vice Presidente, i Membri del Comitato Direttivo a ciò delegati, nonché il Socio che abbia ricevuto esplicita delega a ciò da parte del Comitato Direttivo.

 

3. Principi sui Doveri legati al Comportamento
Ogni Socio si impegna a:

• rispettare lo Statuto, il Regolamento Interno ed il presente Codice Etico della Associazione, anche nei successivi aggiornamenti e/o modifiche approvati dal Comitato Direttivo e pubblicati nel sito ufficiale della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI;

• avere un comportamento corretto e cortese, evitando turpiloqui, polemiche od offese, adoperandosi per risolvere le stesse in spirito di buona fede e collaborazione reciproca;

• non utilizzare l’Elenco dei Soci se non a scopo di pura consultazione, e non a fini commerciali, quali, ad esempio, invio di mailing o azioni telefoniche o telematiche di mass marketing per Ia promozione di prodotti o servizi, o altre analoghe attività di marketing;

• l’Associazione è apartitica, apolitica, pertanto non è consentito manifestare personali idee politiche all’interno degli ambiti dell’Associazione stessa;

• non svolgere azioni di tipo denigratorio nei confronti di istituzioni politiche, aziende, prodotti, servizi o tecnologie, con parole o atti, sia all’interno della Associazione, che all’esterno della stessa, principalmente nelle occasioni in cui la qualifica di Socio della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI sia stata manifestata.

Si intendono per “azioni di tipo denigratorio” tutte quelle che abbiano per oggetto o come risultato quello di insinuare sospetti sulla validità di persone, aziende, prodotti, servizi o tecnologie.

A titolo di esempio, sono da ritenersi denigratori, i giudizi, affermazioni di principio non documentati, o anche eventuali “battute”, di carattere negativo nei confronti di persone, aziende, prodotti, servizi o tecnologie.

Non è per contro “denigratoria” Ia partecipazione ad attività di tipo “benchmarking” o assimilabili, cioè analisi o comparazioni svolte e comunicate sulla base di dati tecnici, a condizione che le stesse siano documentate con la massima correttezza ed imparzialità sul piano tecnico e deontologico.

• Il Socio è Responsabile direttamente per ogni danno recato a cose o persone inerenti l’Associazione e al locale ove hanno luogo le iniziative promosse dall’Associazione .

4. Principi sui Doveri di Partecipazione alle Attività
Ciascun Socio Si impegna a:

• partecipare fattivamente ai lavori della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI compresa la partecipazione alle riunioni.
Tale impegno riguarda sia la qualità che la quantità del lavoro. In particolare, ciò si riferisce anche agli incarichi che di volta in volta possono essere affidati a singoli Soci che si impegnano volontariamente a portarli a compimento con la dovuta professionalità e nei tempi concordati;

• avere un comportamento di collaborazione ed aiuto per il lavoro della Associazione, evitando azioni o situazioni che possano provocare ostacoli o rallentamenti di tali attività;

• far conoscere la scuola di strategia e di tutor dei compiti e le sue attività;

• essere imparziale nella scelta di specialisti che intervengono — sia come esperti indipendenti che come rappresentanti di Enti o Società — nelle manifestazioni organizzate dalla SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI.

• In qualità di formatori e rappresentanti o studenti, durante le proprie prestazioni ed attività nell’Associazione, dovranno indossare la divisa e lo stemma stabiliti dal Consiglio Direttivo, per manifestare unicità e concordanza di pensiero, rafforzare il senso di appartenenza al gruppo e livellare la condizione sociale.

 

5. Uso del marchio
II marchio “SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI” è un marchio di proprietà de LA SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI.

Gli enti e le aziende associate possono fare uso del marchio “LA SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI”, conformemente alle regole stabilite dal Comitato Direttivo, nel proprio sito web, sui propri documenti, su materiale promozionale in qualsiasi formato solo per identificarsi come associati e fintanto che sono in regola con il pagamento della quota associativa.

Le persone fisiche associate possono fare uso del marchio “SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI”, conformemente alle regole stabilite dal Comitato Direttivo, nel proprio sito web, sui documenti personali e/o professionali in qualsiasi formato solo per identificarsi come associati e fintanto che sono in regola con il pagamento della quota associativa; in ogni caso non sono autorizzate ad usare il marchio su documenti di Aziende, Associazioni, Organizzazioni di cui facessero parte e in qualsiasi forma se queste ultime non sono direttamente associate.

L’abuso del marchio è considerato violazione del Codice Etico e potrà essere punito a norma di legge.

 

6. Doveri Particolari dei Membri del Comitato Direttivo
I componenti del Comitato Direttivo che sono soci della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI in qualità di rappresentanti di persone giuridiche, partecipano al Comitato Direttivo in qualità di persone fisiche e non come portavoce delle aziende da cui provengono.

Tutti i componenti del Comitato Direttivo, oltre ad essere tenuti come tutti i Soci al rispetto dei principi sopra enunciati si impegnano, in particolare ed in funzione del loro ruolo, a:

• svolgere le loro attività istituzionali in qualità di Rappresentanti della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI, in occasione di manifestazioni pubbliche, in modo da rafforzare l’immagine della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI.

Inoltre, nello svolgimento di tali attività, si adopereranno affinché vi sia una corretta alternanza e rotazione nell’attribuzione di tali incarichi, sia tra i Membri del Comitato Direttivo stesso, sia scegliendo di volta in volta anche tra i Soci, in funzione delle particolari professionalità e disponibilità manifestate dai Soci stessi.

• esercitare una azione di verifica e controllo che le attività svolte all’esterno della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI vengano attuate nel rispetto delle presenti norme;

• intervenire direttamente, nel caso di segnalazioni o reclami, nei modi e nei termini previsti dal Successivo art. 7.

 

7. Segnalazioni, Reclami, Provvedimenti Disciplinari
Le eventuali violazioni ai principi enunciati nel presente Codice Etico potranno essere rilevate o dal Comitato Direttivo, per conoscenza diretta di uno o più Membri dello stesso, o presentate da uno o più Soci che ne abbiano interesse, attraverso una segnalazione o un reclamo inoltrati al Presidente in forma scritta e documentati in modo accurato e circostanziato.

Al presentarsi di una presunta violazione, nei modi sopra descritti, il Comitato Direttivo dovrà riunirsi prontamente per svolgere l’istruttoria.

A tale riunione, non potranno partecipare i Membri del Comitato Direttivo che siano eventualmente coinvolti, anche in modo indiretto, nella questione presentata.

Nello svolgimento dell’istruttoria, il Comitato Direttivo potrà, a suo giudizio assunto a maggioranza, convocare le parti coinvolte per ascoltarne le rispettive ragioni e, ove ciò sia possibile, in via preferenziale, promuovere la soluzione amichevole del caso proposto. Il Comitato Direttivo dovrà adottare, a maggioranza, una delle seguenti decisioni:

a) Archiviare il caso presentato, avendo raggiunto una soluzione amichevole come sopra indicato, o nel caso di manifesta infondatezza o irrilevanza del caso stesso;

b) Deferire il caso al Comitato Direttivo, trasmettendone la relativa documentazione , che dovrà decidere sulla questione, adottando i seguenti provvedimenti disciplinari, secondo la gravità della situazione:

1. Lettera di Richiamo alla persona, o alle persone, che abbiano compiuto una violazione accertata;

2. Lettera di Ammonizione, se la violazione accertata sia ritenuta più seria, o in presenza di reiterazione di violazioni accertate;

3. Proposta al Comitato Direttivo di Radiazione dalla Associazione, per i casi di violazioni reiterate o particolarmente gravi.

I Soci espulsi non hanno alcun diritto al rimborso della quota versata, come pure alcun diritto di quota sul patrimonio sociale.

 

8. Validità, Modifiche e Interpretazione del Presente Codice Etico
II presente Codice Etico si pone come strumento di verifica e aiuto allo sviluppo armonico della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI a vantaggio dei propri Soci e dell’ambiente nel quale la scuola di strategia e di tutor dei compiti è chiamato ad operare.

Esso forma parte degli obblighi che i Soci volontariamente si assumono con l’adesione alla Associazione. La presente Edizione <Gennaio 2016> sarà inviata a tutti i Soci e inserita nel sito ufficiale della SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI.

Il Codice Etico potrà essere successivamente modificato, perfezionato o integrato, mediante delibera del Comitato Direttivo.

Data la sua natura, l’interpretazione del presente Codice Etico dovrà essere fatta secondo buona fede, avuto riguardo alle finalità dello stesso ed alla volontà espressa dalla SCUOLA DI STRATEGIA E DI TUTOR DEI COMPITI di interagire ed operare in base a principi di correttezza, imparzialità ed etica professionale a tutto campo.